Choose a searcher

Vino Nobile

Vino Nobile di Montepulciano,
DOCG tradizionale della Toscana

Una delle DOCG tradizionali della Toscana, prodotta sulle colline a sud di Siena dal suolo tipico sabbioso e argilloso, ed esportata in tutto il mondo, soprattutto nel nord Europa. La fama del vino prodotto a Montepulciano risale al Medioevo, fu elogiato come “vino perfetto” da Sante Lancerio, il bottigliere di Papa Paolo III Farnese e fu definito “d’ogni vino il re” da Francesco Redi nel suo componimento “Bacco in Toscana”. La dicitura “Vino Nobile” comparve per la prima volta in un documento del 1787. Nel 1966 è divenuto un vino DOC ed è stato il primo vino italiano a fregiarsi della DOCG nel 1980. 

Caratteristiche e produzione del Vino Nobile di Montepulciano

Si tratta di un vino rosso evoluto, prodotto con uve Sangiovese per almeno il 70%. Ad essere precisi il clone di Sangiovese coltivato nella zona di Montepulciano si chiama Prugnolo gentile e molti produttori ancora riportano questo nome in etichetta. Il Vino Nobile di Montepulciano può essere messo in commercio dopo un periodo di almeno due anni e deve affinare in botti di legno per almeno 18 mesi. Per la tipologia Riserva l’affinamento complessivo è di almeno 3 anni. Nel calice il Vino Nobile di Montepulciano ha generalmente un colore rosso rubino intenso, gusto strutturato, ma sempre elegante e rotondo dopo qualche anno di invecchiamento. Oggi possiamo trovare due stili produttivi: quello più tradizionale con vitigni autoctoni, ovvero Sangiovese in purezza oppure Sangiovese unito a piccole percentuali di Canaiolo, Colorino, Mammolo ed affinato in botti di grandi dimensioni; quello più moderno che unisce al Sangiovese anche vitigni internazionali, soprattutto Merlot e impiega barrique francesi per l’affinamento.

Le etichette di produttori selezionati a prezzi scontati online

Prodotto aggiunto alla lista dei desideri
Product added to compare.